mercoledì 18 giugno 2014

Dove eravamo rimasti? Dopo 5 anni, Brutto is back!



Cari amici, il blog non è morto, si è solo assopito per un lungo sonno nell’oblio, di quasi 5 anni.
5 anni in cui nella vita del Vostro Admin è cambiato molto, tranne la sua aberrante bruttezza e l’essere sistematicamente rifiutato da ogni essere femminile di questo pianeta.
Sono tornato qui con il sentimento di chi torna in un luogo caro, un luogo che per molto tempo è stato casa mia, che ho costruito e a cui ho voluto bene
Poi da li è nato il forum dei brutti, che ha riscosso un successo straordinario e a dir poco commovente. Ho ottenuto quello che volevo: un luogo in cui i brutti potessero incontrarsi e comprendersi, senza essere giudicati, liberi finalmente di essere se stessi.
Non esisteva un luogo cosi, prima della mia “invenzione”. Ne sono orgoglioso, e non è soltanto perchè nella vita di un brutto le soddisfazioni sono poche e bisogna accontentarsi di quello che viene.
Tanti anni sono passati, ora il forum si è sdoppiato, ci sono centinaia di utenti e argomenti nuovi che trovano un’oasi nel mare marcio dei social network, dove impera il culto del bello ad ogni costo.
questi sono i due indirizzi dove potete trovare i nostri forum:


 
Il mio ringraziamento va a tutte quelle persone che l’hanno fatto vivere dopo che io, per molte ragioni, dovute principalmente a gravi problemi di salute e ad una serie di impegni che mi hanno tenuto lontano, non ho più potuto parteciparvi con assiduità. Non avevo tempo e non avevo testa e ho cercato anche di non fissarmi solo sulla mia bruttezza, cercando di costruirmi interessi e attività in cui il mio aspetto fisico non fosse un ostacolo insormontabile.
Naturalmente ho trovato anche il tempo per un nuovo terribile lacerante innamoramento impossibile per una mia collega, la classica velina, incarnazione della perfezione, che naturalmente mi ha spappolato il cervello, con gli effetti che potete facilmente immaginare.
Da oggi sono ufficialmente tornato. Riaccendiamo il motore del blog e ripartiamo.

Admin unbruttoblog

lunedì 10 agosto 2009

Robe da pazzi: "come diventare veline" gioco per adolescenti (deviate)


Che ormai siamo alla canna del gas e all'ultimo livello di questa società putrida e immonda, cari amici del blog, il vostro admin se n'era accorto da tempo.
Ma questa notizia, tratta dall'ANSA di oggi, ho un non so chè di nauseabondo. Non ci rimane che aprire le braccia, sconsolati, e abbassare il capo in segno di sconfitta. qualcuno abbia la decenza di tirare lo sciacquone in modo che io possa scivolare giù insieme a tutto il guano che mi circonda.



COME DIVENTARE VELINE, GIOCO WEB PER ADOLESCENTI

Essere carine, glamour, very cool, e per questo ricorrere a diete dimagranti e persino al chirurgo estetico. Obbiettivo, salire di livello e ottenere un 'boyfriend' che pagherà perché siate sempre più belle.
E' un gioco virtuale sul web, nato in Francia ed 'esportato' in Inghilterra, che sta spopolando anche tra le bambine e le adolescenti italiane. La filosofia del gioco è, in sostanza, imparare a diventare veline con tutti i prodotti commerciali e gli strumenti della tecnologia a disposizione. I genitori, intanto, hanno cominciato a protestare. 'Ma bimbo', il gioco francese, e 'MissBimbo', il corrispettivo britannico, - la traduzione italiana di 'bimbo' è più o meno 'velina' - funzionano esattamente come qualunque gioco virtuale a punteggio e si presentano in veste di 'fashion game'. 1.000 'bimbo dollars' (denaro virtuale) sono disponibili per la ragazzina da subito, al momento dell'iscrizione. Si parte dal primo livello e con i soldi-bimbo si può realizzare con la propria avatar, il personaggio virtuale, i primi obbiettivi per essere sempre più 'cool' e perciò ottenere punteggio.

Acquisti virtuali di creme di bellezza, affitto di appartamenti e ville (all'inizio la giocatrice, secondo le regole, vive ancora con i genitori), nuove acconciature e colore dei capelli. La bimbo, naturalmente, deve essere nutrita, meglio però se con alimenti dietetici per mantenerla in forma e farla diventare sempre più hot, con un traguardo: essere la 'hottest' del paese. Di livello in livello, ecco comparire anche il boyfriend. Il fidanzato di più alto livello garantirà alle aspiranti bimbo una maggiore quantità di dollars da spendere per essere sempre più belle e alla moda e, di conseguenza, più punteggio.

"Molti giustificano lo scopo di questo gioco osservando che, di fatto, tutto ciò accade anche nella realtà. Ma è una logica pazzesca - si sfoga Simona S., mamma di Francesca, 12 anni -. Sappiamo bene che i giochi possono creare confusione tra reale e virtuale. E, in questo caso, il virtuale finisce per confermare e rafforzare abitudini che si stanno diffondendo nella società e che certamente una bambina di 12 anni non dovrebbe fare proprie".

Il passaparola tra adolescenti però è davvero contagioso e spesso i genitori si accorgono tardi di quel che sta accadendo. "Se vuoi avere successo nella vita devi essere bella e piacente a qualunque costo". Questa affermazione può essere frutto di libera scelta da parte di una donna che ha fatto le sue esperienze ed ha deciso di adottare questo approccio alla vita - osserva Davide Bennato sul blog Tecnoetica -. Scelta discutibile, ma non per questo impraticabile. Il punto è presentare questa affermazione come l'unica possibile a una bambina dai 9 anni in su. Il videogioco, per il tipo di target a cui si rivolge, rischia di dare un'immagine distorta della femminilità e del tipo di ruolo che la donna - volente o nolente - copre nella società". Il successo, tuttavia, non è virtuale: 60 mila contatti al mese, con punte di 70 mila.

sabato 8 agosto 2009

Si annida su Facebook l'odio per i brutti


"Esportiamo cessi, importiamo bonazzi"
E' il titolo di uno dei gruppi di Facebook, che per non farsi mancare niente, ha anche un omologo al maschile, che contano in tutto oltre 6.000 fra uomini e donne, e si pongono questi "nobili" obiettivi (copioincollo testualmente dalla loro pagina):

Questo gruppo nasce con lo scopo di risollevare l'economia italiana affiancandosi al gruppo "ESPORTIAMO CESSI,IMPORTIAMO BONAZZE". Come suggerisce il suddetto gruppo,l'idea è semplice: lo stato deve cedere i ragazzi italiani più brutti ai paesi esteri ed in cambio importare le migliori bellezze europee e non. I paesi esteri potranno utilizzare i nostri "cessi" come meglio credono (cavie da laboratorio, lavori forzati ecc...) mentre noi offriamo ai "bonazzi" stranieri vitto ed alloggio nella bella Italia. Un incremento della bellezza media nel nostro paese porterà così ad un aumento del turismo e quindi ad un miglioramento globale dell'economia. Esempio classici di possibili scambi: 2 "cessi italiani" per 1 " bonazzo scandinavo"; 2 "cessi italiani" per 1 "bonazzo cubano"; 2 "cessi italiani" per 1 " bonazzo brasiliano" ecc...
I paesi stranieri ci guadagnano poichè posseggono la materia prima in maggiori quantità rispetto all'Italia, mentre il nostro caro paese si ripulisce dall'immondizia ed incrementa il turismo! In più non dobbiamo sottovalutare il fattore genetico: Se l'Italia sarà popolata da bonazzi stranieri, noi saremo invogliate a darla più facilmente. In aggiunta per una semplicissima legge della genetica (chiedete a Mendel per maggiori info) la razza italiana andrà a migliorare esteticamente generazione per generazione sempre di più fino a raggiungere (e superare) gli standard di paesi come la Svezia, il Brasile, la Germania ecc...
Esportiamo cessi Importiamo bonazzi significa migliorare la nostra qualità della vita.
Più di 5000 RAGAZZI hanno aderito al gruppo "ESPORTIAMO CESSI,IMPORTIAMO BONAZZE", quindi DONNE! risvegliate il patriottismo che è in voi e ADERITE E FATE ADERIRE TUTTE!!!!!!



Cos'altro aggiungere? Ogni commento è veramente superfluo. A queste giovani, patriottiche ed intraprendenti fanciulle dico che mi auto-esilierei volentieri, al mio posto vorrei che arrivasse un bellissimo stupratore bosniaco o tedesco o brasiliano, e che egli venga qui in italia a tener loro compagnia a modo suo...

Non c'è limite al degrado e alla vergogna.

ho fatto una segnalazione chiedendo la rimozione di quei gruppi per evidente istigazione all'odio razziale e condotte palesemente scorrette. Abbiamo tutte i diritti per farlo chiudere. Abbiamo bisogno però del vostro aiuto, più siamo e più forte sarà la nostra voce. Chi di voi ha un profilo su facebook, è caldamente invitato a cercare quel gruppo e segnalarlo utilizzando l'apposita funzione "segnala gruppo" presente in basso a sinistra nella relativa pagina, indicando come motivazione "Discussione Razzista"

Chi di voi (come il sottoscritto) odia facebook e non si iscriverà mai a tale infima devianza planetaria, può mandare segnalazione all'indirizzo mail abuse@facebook.com (cliccando sull'indirizzo mail apparirà già il testo pre-compilato e il destinatario, vi basterà poi dare "invio" su Outlook e la mail verrà mandata a chi di dovere). Ho dovuto redigerlo in inglese perchè altrimenti i signorini non lo capivano...

Brutti e non, dobbiamo far sentire la nostra voce. Quegli infami non devono passarla liscia!

giovedì 11 giugno 2009

Il brutto che avanza


Salve, finalmente dopo quasi 5 mesi ritorno a scrivere su questo blog. E' stata una parentesi lunga ma produttiva ed esaltante, durante cui mi sono dedicato anima e corpo alla candidatura alle elezioni amministrative nel mio comune.
5 mesi, come dicevo, fatti di riunioni giornaliere, impegni, public relations, incontri, ecc...
L'aspetto che mi è pesato di più, manco a dirlo, è stato dover conoscere persone nuove e stare molto in mezzo alla gente. Per me che sono refrattario al contatto pubblico, è logorante.

Dopo mesi di impegno e fatiche, sabato 6 e domenica 7 giugno i miei concittadini ci hanno premiato con la loro fiducia. La nostra lista civica ha conquistato il 48% dei consensi, eguagliando praticamente la somma dei voti ottenuti dagli altri 3 contendenti. Abbiamo stravinto, ora sappiamo bene che la fiducia accordataci con così schiacciante maggioranza, anche per i prossimi 5 anni, dovrà essere rispettata.

Io sono stato eletto consigliere comunale con 55 preferenze personali. 55 persone hanno deciso di essere rappresentate da un brutto.
Penso sia una piccola ma significativa vittoria per tutta la categoria, che dimostra come in altri settori della vita possiamo farci valere quanto i normali o i belli.

Comunque, so per certo che anche diversi belli e belle hanno votato per me, e questa è un'altra soddisfazione. Forse un "dialogo" fra noi e loro è ancora possibile.

In attesa di presentarci presto alle elezioni con una compagine tutta nostra, l'Alleanza per i Diritti dei Brutti, vi invito caldamente a votare scegliendo di dare la vostra fiducia al candidato più brutto, indipendentemente dal partito o dall'area di appartenenza.

Ricorda: VOTA IL BRUTTO. Al comune, alla provincia, in europa. Il brutto è una sicurezza di serietà e dedizione alla causa.

sabato 25 aprile 2009

Easyfreeforum è morto. Determinazioni conseguenti.

Questo post straordinario è essenzialmente una comunicazione di servizio agli amici del nostro Forum dei brutti, che da troppi giorni è fuori servizio.
Oltre a maledire il giorno in cui (causa inesperienza) mi sono affidato ad easyfreeforum per creare la nostra community, purtroppo non possiamo fare molto altro... certo la sfiga ci ha messo del suo, ma se fossimo nati fortunati, probabilmente non saremmo nemmeno brutti.

L'assistenza è interrotta, la mail staff@easyfreeforum.com è disattivata, la piattaforma in poche parole è abbandonata a sè stessa e, di conseguenza, destinata a morire. Non possiamo reclamare con nessuno, nè richiedere i danni, nè ottenere il back-up dei messaggi inseriti.
Praticamente un disastro.
Allo stato attuale dell'emergenza, purtroppo l'unica è attendere un eventuale ritorno seppur parziale alla normalità. Esistono software in grado di salvare in locale siti interi, credo che potrebbe funzionare. altrimenti, a costo di perderci una giornata intera, farò il copia-incolla di tutti i post.
Un lavoro immane, ma la memoria storica, in tutti i settori della vita, non va dispersa.
E' una parte di noi.
"ragazzosolo", il tuo ultimo messaggio è inquietante. Se sei riuscito ad accedere e non hai trovato più alcune discussioni, è perchè il danno può essere irreversibile. Non ho idea, non so che fare e ho le mani legate.

Si cambierà "casa", questo è certo. Certo ora subentra lo scoramento. Rimettersi a costruire da zero quando si aveva un "palazzo" di oltre 3000 messaggi è psicologicamente devastante. Speriamo di riuscire a portare con noi almeno qualche "mobile". Incarico i più volenterosi ed esperti di forum, di cercare una piattaforma più affidabile dove trasferirci. Sono molto triste, mi sento, con il dovuto rispetto, un terremotato. Anzi, un brutto terremotato.

Usiamo lo spazio commenti a questo post per comunicazioni in merito al da farsi.
E' proclamato lo stato di calamità. Grazie a tutti per la collaborazione.

Admin

venerdì 23 gennaio 2009

Il Nobile blog dei Brutti sospende l'attività


Comunicato ANSA del 23.01.2009 - ore 19.34:

Il nobile blog dei Brutti sospende la propria attività e la pubblicazione di nuovi post fino al 30 giugno 2009

Tale allontanamento temporaneo, che non è una cessazione, si rende necessario a causa della sovrapposizione di impegni importanti ed improcrastinabili ai quali tengo profondamente, e che fanno passare in secondo piano tutto il resto. Come per il blog, ho dovuto a malincuore "tagliare" molte altre attività fra cui anche la frequentazione di cari amici, e sottrarre tempo alla cosa che amo di più: il sonno.

Mi scuso con tutti quelli che ho conosciuto e con cui ho intrattenuto un fitto scambio di visite reciproche e commenti, ma purtroppo non potrò essere presente per qualche mese.

In questo periodo sarà sempre possibile consultare i vecchi post, inserire commenti e votare il sondaggio.
Anche il Forum non subirà alcun tipo di limitazione.

Certo della vostra comprensione, stringo tutti quanti in un abbraccio ideale.

Arrivederci a presto

Admin